CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO PER I PASSEGGERI

La società DreamJet è una società per azioni semplificata ad azionista unico, avente sede legale in via Stalingrad 21-37, 94110 ARCUEIL e iscritta al registro delle imprese di Créteil con il numero n° FR 38798 090 627 (in seguito «DreamJet»), che ha come attività la gestione di una compagnia di trasporto aereo con la denominazione commerciale «La Compagnie, Boutique Airline».

L’acquisto di un biglietto di trasporto aereo presso DreamJet costituisce un contratto di trasporto tra l’utilizzatore del biglietto e DreamJet, per viaggiare su un volo operato dalla stessa o da uno dei suoi partner. Tale contratto di trasporto è soggetto alle condizioni contrattuali specifiche del Biglietto, alle Tariffe applicabili e alle Condizioni generali di trasporto presenti, nonché alla normativa DreamJet o del partner di condivisione dei codici che realizza la prestazione.

Articolo 1 - Definizioni

I termini utilizzati nelle presenti Condizioni generali di trasporto, elencati in seguito, hanno il seguente significato: (al singolare o al plurale):

Agente autorizzato: si riferisce a qualsiasi agente di vendita di Biglietti ai Passeggeri, nominato dal Vettore affinché lo rappresenti vendendo un servizio di trasporto aereo sulle linee del Vettore.

Bagagli: identifica gli oggetti personali che accompagnano il Passeggero sul Volo. Salvo disposizione contraria, tale termine identifica sia i Bagagli registrati sia i Bagagli a mano.

Bagagli registrati: identifica i Bagagli che il Vettore prende in custodia e per i quali il Vettore ha consegnato una Ricevuta dei Bagagli e/o uno Scontrino bagagli. Tali Bagagli registrati viaggiano nella stiva dell’aeromobile.

Bagagli non registrati (o Bagagli a mano): identifica tutti i Bagagli ad eccezione dei Bagagli registrati. Il passeggero li trasporta con sé nell’aeromobile.

Biglietto: identifica un documento in corso di validità che stabilisce il diritto del Passeggero a essere trasportato dal Vettore. Tale documento è consegnato al Passeggero dal Trasportatore o da un Agente autorizzato, nella forma di un Biglietto elettronico o di un Titolo di trasporto.

Biglietto complementare: si riferisce a un Biglietto emesso a uso del Passeggero, unicamente a complemento di un altro Biglietto e di cui l’insieme costituisce un solo e medesimo contratto di trasporto. Biglietto elettronico: si riferisce a un Itinerario e a una Ricevuta, dei Tagliandi di volo elettronici e qualsiasi altro documento di imbarco consegnato al Passeggero.

Scontrino bagagli: si riferisce alle parti del Biglietto del Passeggero relative al trasporto dei Bagagli registrati del Passeggero.

Codice di Designazione del Vettore: si riferisce alle due o tre lettere e al numero che identifica una compagnia aerea specifica.

Condizioni generali di Trasporto: si riferisce alle presenti Condizioni generali di trasporto passeggeri o, a seconda dei casi, a quelle del Vettore che effettua la prestazione di trasporto.

Consumatore: si riferisce a qualsiasi persona fisica che abbia acquistato un Biglietto per viaggiare per scopi che non rientrano nel quadro della sua attività commerciale, industriale, artigianale o di lavoratore autonomo.

Convenzione: si riferisce, a seconda dei casi, a una delle seguenti convenzioni nonché a qualsiasi convenzione che modifichi e/o sostituisca queste convenzioni:

• La Convenzione per l’unificazione di alcune norme relative al trasporto aereo internazionale del 12 ottobre 1929 (in seguito denominata Convenzione di Varsavia),

• il Protocollo dell’Aia de 28 settembre 1955 e il Protocollo di Montreal n°1, 2 e 4 del 1975, che modifica la Convenzione di Varsavia,

• la Convenzione supplementare di Guadalajara del 28 settembre 1961,
• la Convenzione per l’unificazione di alcune norme relative al trasporto aereo internazionale, firmata a Montreal il 28 maggio 1999 (anche nota come Convenzione di Montreal).

Tagliando: si riferisce al Tagliando di Volo cartaceo e/o al Tagliando di Volo elettronico, ciascuno dei quali riporta il nome del Passeggero che deve effettuare il Volo e conferisce al Passeggero un diritto a viaggiare sul Volo specifico indicato sul Tagliando stesso.

Tagliando di Volo: si riferisce alla parte del Biglietto che riporta le parole « Valido per il trasporto » stampate. Nel caso di un Biglietto elettronico, si tratta di un Tagliando di volo elettronico.

Tagliando di volo elettronico: si riferisce a un Tagliando di volo elettronico per un Biglietto elettronico contenuto nel database informatico del vettore emittente.

Tagliando passeggero: si riferisce alla parte del Biglietto che riporta una dicitura che lo definisce in tale modo e che deve essere conservata dal Passeggero.

Danno: si riferisce al decesso, a qualsiasi lesione fisica, a qualsiasi lesione personale, qualsivoglia perdita materiale o pecuniaria, totale o parziale, del Volo o altro Danno, o qualsiasi ritardo relativo a un Bagaglio provocato dal trasporto aereo o correlato a esso o ad altri servizi erogati dal Vettore o dai suoi subcontraenti nel quadro del trasporto aereo o di qualsiasi ritardo subito da un Passeggero.

DSP (Diritti speciali di prelievo): indica i diritti speciali di prelievo, così come definiti dal Fondo monetario internazionale.

Scalo: si riferisce a una fermata intermedia durante il viaggio, esclusi gli aeroporti di partenza e di arrivo, indicata sul Biglietto, o negli orari, come delle fermate programmate sull’itinerario.

Scontrino identificativo del Bagaglio: si riferisce al documento consegnato al Passeggero, volto a identificare in modo univoco ciascun Bagaglio imbarcato.

Forza maggiore: si riferisce a qualsiasi evento imprevedibile, esterno e difficilmente superabile che impedirebbe l’esecuzione totale o parziale degli obblighi derivati dal contratto di trasporto. Saranno in particolar modo considerati casi di Forza maggiore: guerre, guerre civili, rivolte, atti terroristici, attentati, catastrofi naturali, esplosioni, incendi, scioperi e conflitti sociali dei dipendenti del Vettore o di terze parti, intemperie, carenze o i rincari massivi del prezzo del carburante.

Ora limite di Check-in: si riferisce all’ora limite stabilita dal Vettore che fornisce il Biglietto e entro cui il Passeggero dovrà aver terminato il check-in e ricevuto la propria carta d’imbarco.

Itinerario e Ricevuta: si riferisce a uno o più documenti consegnati in forma cartacea, via fax, via mail, o consegnati tramite strumento elettronico a dei Passeggeri che viaggiano con dei Biglietti, o diritti di viaggio, elettronici. Tali documenti riportano il nome del Passeggero, le informazioni relative al Volo e una ricevuta.

Giorno: indica uno qualsiasi dei giorni della settimana.

Passeggero: indica qualsiasi persona fisica in possesso di un Biglietto, trasportata o da trasportare, a bordo di un aeromobile, a eccezione di membri dell’equipaggio; o, qualora si trattasse del rimborso di un biglietto, la persona che lo ha pagato.

Passeggero in transito: si riferisce a un Passeggero che arriva in un aeroporto per proseguire il suo viaggio verso un altro paese:

• sullo stesso Volo, in partenza da tale aeroporto;
• su un Volo in coincidenza, in partenza dallo stesso aeroporto;
• su un Volo in coincidenza, in partenza da un altro aeroporto;
• su un Volo che prosegue sullo stesso itinerario, in partenza da questo aeroporto.
• Condivisione dei codici (o Code sharing): si riferisce a un Volo operato sia dal Vettore, sia da un vettore aereo presso cui il Vettore ha associato il proprio Codice di designazione.

Periodo di validità: si riferisce al periodo di validità del Biglietto ai fini del trasporto.

Persona avente diritto a risarcimento: si riferisce al Passeggero o qualsiasi persona che può richiedere un risarcimento a nome del Passeggero conformemente alla legge applicabile.

Norme del Vettore: si riferisce alle norme specifiche del Vettore relative in particolare ai minori non accompagnati, ai Passeggeri con mobilità ridotta, alle donne in gravidanza, ai Passeggeri malati, al trasporto di animali, alle restrizioni in materia di utilizzo dei dispositivi elettronici a bordo dell’aeromobile, al divieto di fumo e al consumo di alcool a bordo, agli articoli il cui trasporto nei Bagagli è proibito nonché alle limitazioni in termini di dimensioni, taglia e peso dei Bagagli.

Prenotazione: si riferisce a una richiesta di trasporto effettuata da un Passeggero e registrata dal Vettore o da un Agente autorizzato.

Tariffe: si riferisce alle condizioni tariffarie pubblicate dal Trasportatore, e depositate, se del caso, presso le autorità competenti.

Titolo di trasporto: si riferisce a un Biglietto in forma diversa dal Biglietto elettronico.

Vettore: si riferisce a DreamJet o qualsiasi altro trasportatore il cui Codice di designazione è riportato sul Biglietto o sul Biglietto complementare.

Volo: si riferisce a un volo operato dal Vettore.

Volo in Coincidenza: si riferisce a qualsiasi Volo successivo al Volo effettuato dal luogo di partenza, che garantisce la prosecuzione del viaggio, indicato sul Biglietto stesso o su un Biglietto complementare.

Articolo 2 - Campo d’applicazione

2.1 Principi generali

Le Condizioni generali di trasporto, salvo disposizione contraria, si applicano a qualsiasi Volo, o porzione di Volo, per cui il Codice di designazione del Vettore appare sul Biglietto o sul Tagliando nonché a qualsiasi altra situazione in cui il Vettore è legalmente responsabile nei confronti del Passeggero, nel quadro del contratto di trasporto concluso tra il Vettore e il Passeggero.

Ciononostante, le Condizioni generali di trasporto non si applicano nei casi in cui sono contrarie al diritto in vigore o alle Tariffe depositate e, in tal caso, tale diritto o tali Tariffe prevarranno.

In caso di divergenza tra le Condizioni generali di trasporto e i Regolamenti del vettore, le Condizioni generali di trasporto prevarranno. In caso di invalidazione di una o più disposizioni contenute nelle Condizioni generali di trasporto, le altre disposizioni contenute nelle Condizioni generali di trasporto continueranno a essere valide ed efficaci.

2.2 Code-sharing

Alcuni servizi aerei della società DreamJet possono essere oggetto di accordi in Condivisione dei codici con altri Vettori. In tal caso, si applicheranno le Condizioni generali di trasporto e il Passeggero sarà informato circa l’identità del Vettore, al momento della Prenotazione o al più tardi al momento del Check-in.

Articolo 3 - Biglietti

3.1 Proprietà dei Biglietti

I Biglietti sono nominali. Solamente i Passeggeri il cui nome è riportato sul Biglietto possono essere trasportati. L’identità del possessore del Biglietto può essere verificata in qualsiasi momento.

Salvo disposizioni contrarie, il beneficiario di un Biglietto, così come identificato sul Biglietto stesso, non è autorizzato a trasferire o cedere a terzi il proprio Biglietto.

I Biglietti venduti dal Vettore o da un Agente autorizzato possono essere, a seconda dei casi, totalmente o parzialmente non rimborsabili. Spetta al Passeggero la scelta delle Tariffe più consone alle sue aspettative e la contrattazione delle opportune assicurazioni per tutelarsi qualora dovesse annullare il proprio viaggio, a eccezione di qualsiasi responsabilità imputabile al Vettore.

Il Biglietto è, e rimane sempre, di proprietà del Vettore. Il beneficiario del Biglietto, prima della partenza, è tenuto a verificare che il Biglietto non sia stato smarrito né rubato.

Il prezzo corrisposto dal Passeggero si basa sulle Tariffe del Vettore per il trasporto indicato sul Biglietto stesso.

3.2 Condizioni di utilizzo dei Biglietti e dei Tagliandi di volo

Solamente i Passeggeri che esibiscono un Biglietto elettronico o un Titolo di trasporto valido hanno diritto a essere trasportati su un Volo. Può essere tuttavia autorizzato a essere trasportato un Passeggero che presenta un Biglietto che riporta i seguenti elementi:

• il Tagliando di volo per il Volo in questione,
qualsiasi altro Tagliando di Volo non utilizzato e
• il Tagliando passeggero.
• Il beneficiario di un Biglietto degradato, strappato, danneggiato, modificato o alterato potrà vedersi negato il trasporto, senza che ciò comporti alcuna responsabilità per DreamJet o per il Vettore.

Il Biglietto è valido unicamente per il trasporto indicato sullo stesso, dal luogo di partenza alla destinazione finale passando per tutti gli Scali convenuti. A tale titolo, il Passeggero dovrà utilizzare tutti i Tagliandi nell’ordine indicato sul Biglietto affinché il Biglietto sia ritenuto valido.

Il Vettore accetterà ciascun Tagliando di volo del Biglietto per il trasporto secondo la classe, la data e il Volo che corrispondono alla Prenotazione del Passeggero; a meno che il Passeggero non soddisfi le condizioni previste per il Check-in e l’imbarco dalle Condizioni generali di trasporto, o che il Vettore non debba impedire l’imbarco a causa di overbooking, o che il Vettore eserciti il proprio diritto a rifiutarsi di trasportarlo in conformità alle Condizioni generali di trasporto.

Se il Vettore consegna un Biglietto sul quale non è riportata la Prenotazione, il Passeggero può effettuare una nuova Prenotazione. Ciononostante, tale possibilità dipenderà dalla Tariffa applicabile alla data della seconda Prenotazione e dalla disponibilità di un posto sul Volo selezionato dal Passeggero.

La cancellazione di una Prenotazione da parte del Passeggero prima dell’Orario limite di check-in per il suo Volo non comporterà necessariamente la cancellazione del suo Biglietto di ritorno, né delle Prenotazioni per la prosecuzione del viaggio.

Se il Passeggero non annulla una Prenotazione prima dell’Orario limite di check-in per il suo Volo, e non si presenta all’imbarco, il Vettore può decidere di annullare il suo Biglietto di ritorno e/o le sue Prenotazioni per la prosecuzione del viaggio.

3.3 Modifiche al Biglietto

Qualsiasi modifica al Biglietto dovrà essere effettuata in accordo col Vettore o col l’Agente autorizzato e secondo le modalità e le Tariffe definite dal Vettore o dall’Agente autorizzato.

Qualora date modifiche non comportassero variazioni tariffarie (in base alle Tariffe indicate), altre variazioni, quali il punto di partenza o di arrivo del viaggio, possono comportare la modifica della Tariffa applicabile. Numerose Tariffe sono valide esclusivamente per le date e i voli indicati sul Biglietto e non possono essere modificate, a meno che non si corrisponda un’integrazione della Tariffa. Spetta al Passeggero informarsi circa le condizioni di modifica del proprio Biglietto presso il Vettore.

3.4 Periodo di validità del Biglietto

Salvo indicazione contraria indicata sul Biglietto, nelle Condizioni generali di trasporto, o in qualsiasi Tariffa applicabile, un Biglietto può essere utilizzato ai fini del trasporto per un periodo di:

• un (1) anno a partire dalla data di emissione, o
• per i Biglietti che coprono più trasporti, un (1) anno a partire dalla data in cui il Passeggero ha viaggiato per la prima volta utilizzando il Biglietto, dal momento che il primo Volo è stato effettuato nell’anno successivo alla data di emissione.
Se il beneficiario del Biglietto non è stato in grado di viaggiare nel periodo di validità del Biglietto stesso, il Vettore o l’Agente autorizzato potrà, a propria discrezione, decidere di prolungare, per un periodo da lui stabilito, il periodo di validità del Biglietto o di procedere a rimborsare il prezzo che è stato corrisposto.

4 Biglietti sostitutivi

Su richiesta del Passeggero, il Vettore potrà, a sua esclusiva discrezione, accettare di sostituire il Biglietto del passeggero con un nuovo Biglietto.

In tale situazione, il Passeggero dovrà sottoscrivere un accordo in cui si impegna a rimborsare al Vettore, fino a un importo massimo pari al valore del Biglietto originale, eventuali costi e perdite che il Vettore stesso o un Vettore terzo si trovino sostenere a seguito dell’uso improprio del Biglietto.

In caso di sostituzione del Biglietto con un nuovo Biglietto, al Passeggero potrà essere richiesto il pagamento delle spese di gestione relative all’emissione di un nuovo Biglietto.

Articolo 4 - Prenotazioni

4.1 Disposizioni generali

Il Trasportatore o l’Agente autorizzato inseriscono la Prenotazione nel sistema informatico del Vettore. Su richiesta del Passeggero, il Vettore o l’Agente autorizzato consegnano una conferma scritta della sua Prenotazione.

Alcune Tariffe sono soggette a condizioni che limitano o escludono i diritti del Passeggero a modificare o annullare la sua Prenotazione.

Il Vettore o gli Agenti autorizzati, possono fatturare al Passeggero eventuali spese aggiuntive derivate dell’emissione o dalla modifica del suo Biglietto, o relative alla fornitura di ulteriori servizi di Prenotazione in applicazione della Tariffa in vigore alla data di tale emissione o modifica.

4.2 Cancellazione della Prenotazione in caso di mancato pagamento del prezzo

Qualora il Passeggero non adempia al pagamento del proprio Biglietto, del sovrapprezzo, delle imposte, spese, oneri o canoni applicabili entro la data fissata dal Vettore o dall’Agente autorizzato, questi ultimi possono decidere di cancellare la Prenotazione, fatta salva la riscossione delle relative spese.

4.3 Dati personali

Il Vettore e le società a lui affiliate, gli Agenti autorizzati e qualsiasi altra società che partecipa alla fornitura dei servizi di prenotazione, pagamento, trasporto o dei servizi agli impianti e dei servizi correlati o a delle società incaricate del trattamento dei dati sono autorizzati ad utilizzare i dati personali raccolti durante la Prenotazione, ivi comprese le informazioni relative allo storico acquisti del soggetto nonché alla sua modalità di utilizzo dei vari servizi e impianti, a fini non commerciali.

Previa approvazione del soggetto coinvolto, tali dati personali potranno essere utilizzati a fini commerciali.

Le autorità pubbliche, specialmente le autorità pubbliche per la prevenzione e repressione possono richiedere la comunicazione di tali informazioni, senza che il Vettore o gli Agenti autorizzati possano opporsi. I dati personali del soggetto coinvolto potranno, se del caso, essere inviati fuori dallo Spazio economico europeo.

I soggetti coinvolti godono del diritto di accesso, modifica e rettifica sulle informazioni personali così raccolte, conservate, trasferite nella misura in cui tali informazioni risultassero inesatte o incomplete. I soggetti sopraccitati possono esercitare tale diritto tramite comunicazione indirizzata alla sede sociale di DreamJet (53, avenue Jean Jaurès, 93350 Le Bourget, Francia).

4.4 Passeggeri che necessitano l’adozione di misure preventive

Un Passeggero può richiedere al Vettore o all’Agente autorizzato, in fase di Prenotazione, la fornitura di un’assistenza speciale. In tal caso, il Vettore o l’Assistente autorizzato si impegneranno, per quanto in loro potere, a soddisfare la richiesta del Passeggero. Il Vettore può decidere, in qualsiasi fase dell’imbarco e/o della coincidenza, di rifiutarsi di garantire il trasporto del Passeggero o di uno dei suoi Bagagli qualora egli richieda, al momento del check-in o dell’imbarco, un’assistenza speciale non richiesta al momento della Prenotazione del viaggio.

Il Vettore può decidere, in qualsiasi fase dell’imbarco e/o della coincidenza, di rifiutarsi di garantire il trasporto del Passeggero o di uno dei suoi Bagagli qualora si tratti di un minore non accompagnato, di una donna in gravidanza o di un Passeggero malato e le disposizioni ragionevolmente richieste in vista del loro trasporto non siano state adottate prima del loro check-in.

Nelle ipotesi sopraccitate, il Vettore si riserva il diritto di cancellare la Prenotazione del Passeggero e di risolvere il Contratto di trasporto senza l’obbligo di rimborso del prezzo del Biglietto. Il Passeggero si vedrà perciò negato l’imbarco e dovrà, di conseguenza, sostenere eventuali spese correlate.

4.5 Posto

Il Vettore non può garantire al Passeggero un posto specifico. Si riserva il diritto di modificare l’assegnazione dei posti in qualsiasi momento, anche dopo l’imbarco sull’aeromobile, in base alle proprie necessità, in particolare per motivi di corretto funzionamento, di sicurezza o protezione.

4.6 Tipo di aeromobile

Il tipo di aeromobile indicato al Passeggero al momento della Prenotazione del Biglietto o in una fase successiva è solo a titolo indicativo. Eventuali necessità relative a sicurezza o protezione, motivi che sfuggono al controllo del Vettore e vincoli di gestione possono spingere il Vettore a modificare il tipo di aeromobile senza che da ciò ne derivi una sua responsabilità.

4.7 Riconferma delle Prenotazioni

Il Passeggero può, in taluni casi, essere tenuto a riconfermare le Prenotazioni da lui effettuate. Il Vettore indicherà al Passeggero i termini e le condizioni a cui il Passeggero dovrà riconfermare le Prenotazioni effettuate al fine di proseguire il suo viaggio o di effettuare il suo viaggio di ritorno.

In caso di mancata conferma nei termini e condizioni indicati dal Vettore al Passeggero, il Vettore potrà decidere di annullare le Prenotazioni effettuate per dei voli intermedi, successivi o di ritorno, senza pregiudicare la riscossione di tutte le spese derivate.

Articolo 5 - Diritti del Passeggero

5.1 Diritti del Passeggero in caso di Forza maggiore

L’intero prezzo del Biglietto o una sua parte, qualora il viaggio non abbia potuto essere effettuato a causa di un caso di Forza maggiore, potrebbe essere non rimborsabile. In una situazione simile, il Vettore accorderà al Consumatore un credito per la parte del prezzo non rimborsabile a condizione che le seguenti siano rispettate contemporaneamente:

il Consumatore dispone di un Biglietto che non è stato in nessun modo utilizzato;
il Consumatore ha prontamente informato il Vettore circa l’esistenza di eventi di Forza maggiore e,
il Consumatore fornisce al Vettore la prova dell’effettiva esistenza di tali eventi di Forza maggiore.
Il credito potrà essere utilizzato per un viaggio successivo, per un trasporto realizzato con il Vettore, dal Passeggero o da qualsiasi soggetto di sua preferenza. Il Vettore si riserva il diritto di fatturare le spese di gestione il cui montante sarà imputato a tale credito.

5.2 Il diritto del Passeggero al trasferimento della sua Prenotazione laddove si applica la normativa sui pacchetti di viaggio, pacchetti vacanze e pacchetti di viaggio organizzati

Se il Passeggero ne fa richiesta, il Vettore o un Agente autorizzato possono consegnare un nuovo Biglietto a un altro soggetto in sostituzione del Biglietto del Passeggero, qualora le condizioni legali e normative lo richiedano nell’ambito dei pacchetti di viaggio, dei pacchetti vacanze e dei pacchetti di viaggio organizzati.

In tal caso, il Passeggero è tenuto a:

provare di essersi comportato secondo le disposizioni legali e normative e di aver diritto di trasferire la Prenotazione;
inviare al Vettore o a un Agente autorizzato una notifica con un preavviso ragionevole, entro e non oltre i sette (7) giorni precedenti l’inizio del viaggio, circa la sua intenzione di trasferire la Prenotazione prima della data di partenza;
indicare al Vettore o a un Agente autorizzato il nome completo, l’indirizzo e il numero di telefono della persona a nome della quale vorrebbe che il nuovo Biglietto fosse emesso;
consegnare al Vettore o a un Agente autorizzato il proprio Biglietto e corrispondere al Vettore o all’Agente autorizzato le spese di gestione relative all’emissione del nuovo Biglietto.

Articolo 6 - Passeggeri con mobilità ridotta

6.1 Disposizioni generali e Prenotazioni

Qualsiasi Passeggero con mobilità ridotta che necessiti di un’assistenza speciale è tenuto a informare il Vettore circa le proprie necessità particolari al momento della Prenotazione.

Il Vettore garantisce il trasporto del Passeggero con mobilità ridotta qualora siano state adottare delle misure per tener conto delle sue specifiche necessità. Anche qualora il Passeggero non informi il Vettore, al momento della Prenotazione, circa le sue specifiche necessità, il Vettore si impegna a ricorrere a ogni ragionevole sforzo per tenere conto di tali necessità. In tal caso, il Vettore tenuto alla massima diligenza possibile.

6.2 Posto

Qualsiasi norma prevista dalle Condizioni generali di Trasporto in materia di posti si applica all’assegnazione dei posti ai Passeggeri con mobilità ridotta. Qualora, inoltre, la disabilità del Passeggero richieda che gli sia attribuito un posto separato, ad esempio, nel caso di una disabilità che richiede l’accompagnamento in cabina di un cane guida, in conformità alle disposizioni previste dalle Condizioni generali di trasporto, e il Passeggero con mobilità ridotta inoltri una richiesta effettiva di un posto separato, tale posto gli sarà fornito, salvo che non sia stato già assegnato a un altro Passeggero con mobilità ridotta.

6.3 Viaggio con accompagnatore

Qualora dovesse essere necessario per la sicurezza del Passeggero a mobilità ridotta, o qualora egli non sia in grado di garantire la propria evacuazione dall’aeromobile, o ancora, qualora il Passeggero con mobilità ridotta non sia in grado di comprendere le istruzioni di sicurezza, il Vettore potrebbe assegnare al Passeggero un accompagnatore.

6.4 Bagagli

Il trasporto dei dispositivi di assistenza, quali sedie a rotelle o stampelle, è gratuito, in modo che non saranno presi in considerazione nella franchigia dei Bagagli.

Per quanto riguarda i voli in cui è autorizzato l’uso di ossigeno terapeutico, tale utilizzo sarà fatturato come costo aggiuntivo sul prezzo del Biglietto al Passeggero con mobilità ridotta. Inoltre, il Passeggero a mobilità ridotta dovrà necessariamente essere assistito da un accompagnatore.

Il Vettore si riserva il diritto di non accettare i Passeggeri che devono viaggiare in barella.

Articolo 7 - Registrazione e imbarco

Il Passeggero deve aver completato la procedura di registrazione e aver ricevuto la propria carta d’imbarco per il Volo entro l’Ora limite di check-in. In caso contrario, il Vettore può decidere di annullare la prenotazione del Passeggero e di non trasportarlo.

Il Passeggero è tenuto a informarsi in anticipo sull’Ora limite di check-in e a rispettarla. Qualora il viaggio del Passeggero comporti dei voli successivi, sarà sua responsabilità informarsi su tutte le Ore limite di check-in presso tutti i Vettori coinvolti.

Il Passeggero dovrà presentarsi al gate d’imbarco entro l’ora indicata in fase di check-in. In caso contrario, il Vettore potrà decidere di non trasportare il Passeggero.

La responsabilità del Vettore non potrà in nessun caso essere ricercata qualora il Passeggero non rispettasse i termini di cui sopra.

Articolo 8 - Prezzo, sovrapprezzi, imposte, spese e oneri, valuta

8.1 Prezzo e sovrapprezzo

Salvo ove disposto diversamente, il prezzo del Biglietto comprende il trasporto dall’aeroporto di partenza a quello di destinazione, ad eccezione di qualsiasi altra prestazione. In particolare, il prezzo riportato sul Biglietto non comprende i trasferimenti via terra operati tra due aeroporti, o tra un aeroporto e un terminal urbano.

Il prezzo del Biglietto è fissato dal Vettore in base alle Tariffe in vigore alla data di emissione del Biglietto. Il prezzo sarà stabilito per il viaggio nelle date specifiche e per l’itinerario indicato sul Biglietto.

Qualsiasi modifica all’itinerario o alle date di viaggio può causare una variazione della Tariffa applicabile al Passeggero.

8.2 Imposte, spese e oneri

Il Vettore potrà fatturare qualsiasi supplemento di prezzo sul Biglietto, applicando le proprie Tariffe in vigore alla data in cui il Vettore avrà emesso il Biglietto. Tali sovrapprezzi possono essere dei sovrapprezzi sul carburante o sull’assicurazione.

Qualsiasi imposta, spesa, onere o canone imposto da un governo statale, da una qualsiasi altra autorità o dal gestore o ente di gestione aeroportuale sarà imputato al Passeggero in aggiunta alla Tariffa applicabile.

Al momento dell’acquisto del Biglietto, al Passeggero vengono comunicati imposte, spese, oneri e canoni non compresi nel prezzo che, nella maggioranza dei casi, possono essere riportati separatamente sul Biglietto.

Imposte, spese, oneri e canoni possono essere generati, imposti o modificati in seguito alla data di emissione del Biglietto. Qualora la creazione, l’imposizione o la modifica delle suddette imposte, spese, oneri e canoni avvenga successivamente all’emissione del Biglietto, il Passeggero si impegna ad adempiere al pagamento di tali imposte, spese, oneri e canoni.

Allo stesso modo, qualora eventuali tasse, spese, oneri o canoni pagati dal Passeggero oltre alla Tariffa applicabile al momento dell’emissione del Biglietto, fossero aboliti o ridotti, il Passeggero potrà, su sua richiesta, essere rimborsato.

Qualora il Passeggero non utilizzasse il proprio Biglietto, potrà richiede il rimborso di eventuali imposte, spese, oneri e canoni da lui pagati, al netto delle spese di gestione, se i testi applicabili lo prevedono.

8.3 Valuta

Salvo autorizzazione esplicita e scritta del Vettore o dell’Agente autorizzato, il prezzo dei Biglietti nonché di eventuali imposte, spese, oneri, canoni e sovrapprezzi è da corrispondere nella valuta indicata dal Vettore o dall’Agente autorizzato al momento dell’acquisto del Biglietto.

In caso di rimborso, in applicazione delle Condizioni generali di trasporto, il Vettore rimborserà il prezzo del Biglietto nonché, se del caso, eventuali imposte, spese, oneri, canoni e sovrapprezzi utilizzando lo stesso metodo di pagamento e la stessa valuta utilizzata per il pagamento del Biglietto.

Articolo 9 - Negato imbarco e divieto di volo

9.1 Negato imbarco

Il Vettore si riserva il diritto di decidere, in qualsiasi fase dell’imbarco e/o di coincidenza, di negare il trasporto a un Passeggero e/o ai suoi Bagagli, specialmente qualora si verificasse uno o più dei casi di seguito elencati, o qualora il Vettore reputi ragionevolmente che una simile situazione potrebbe accadere.

Lo stato fisico o mentale del Passeggero, nonché il suo comportamento, costituiscono un pericolo, ovvero un rischio per lui e per gli altri Passeggeri, o per l’equipaggio o per i beni.
Il trasporto del Passeggero, o quello dei suoi Bagagli, potrebbe compromettere la sicurezza dell’aeromobile, il trasporto degli altri Passeggeri, la sicurezza o la salute di chiunque si trovi a bordo dell’aeromobile nonché la sicurezza dei beni trasportati.
Il Passeggero ha rivolto minacce, linguaggio offensivo o insulti, o ha assunto comportamenti minacciosi, offensivi, ingiuriosi o violenti nei confronti del personale di terra o di altri Passeggeri, o di un membro dell’equipaggio dell’aeromobile.
Il Passeggero ha, in modo deliberato, ostacolato un membro dell’equipaggio dell’aeromobile nell’esercizio delle sue funzioni.
Il Passeggero è in stato di ebbrezza o ha assunto droghe.
Il Passeggero è in possesso di droghe illegali o qualora sia legittimo supporre che il Passeggero sia in possesso di droghe illegali.
Il Passeggero rifiuta di sottoporsi, o di sottoporre i propri Bagagli, a un controllo di sicurezza e più in generale, laddove il Passeggero rifiuta di seguire le istruzioni di sicurezza e protezione fornite dal personale del Vettore a terra o a bordo dell’aeromobile.
Il Passeggero ha messo in pericolo la sicurezza dell’aeromobile o di un qualsiasi soggetto.
Il Passeggero ha procurato un allarme bomba falso o altra minaccia per la sicurezza.
Il Passeggero ha commesso un’infrazione penale durante le procedure di check-in o di imbarco o a bordo dell’aeromobile.
Il Passeggero cerca di entrare nel territorio di un paese pur essendo privo dei documenti di viaggio validi.
I servizi di controllo dell’immigrazione del paese in cui il Passeggero si reca o di uno dei paesi in cui fa Scalo, hanno segnalato verbalmente o per iscritto al Vettore la decisione di non autorizzare l’ingresso del Passeggero sul territorio di tale paese, ivi compresi i casi in cui il Passeggero dispone, o sembra disporre, di documenti di viaggio validi.
Il Passeggero distrugge i propri documenti di viaggio durante il Volo.
Il Passeggero si rifiuta di autorizzare il Vettore a fare una copia dei suoi documenti di viaggio.
Il Passeggero si rifiuta di esibire, su richiesta, i propri documenti di viaggio a un membro del personale a bordo dell’aeromobile.
Il Passeggero fa richiesta alle autorità amministrative competenti di un’autorizzazione di ingresso sul territorio di un paese nel quale il Passeggero è atterrato in qualità di Passeggero in Transito.
Il Vettore, trasportando il Passeggero, contravverrebbe a una qualsiasi legislazione o normativa o a un atto amministrativo, o ancora a una decisione giudiziaria.
Il Passeggero si è rifiutato di comunicare al Vettore, o ha omesso di farlo, alcune informazioni
che un’autorità amministrativa gli ha richiesto di comunicare circa sé stesso, ivi comprese eventuali informazioni del Passeggero richieste prima del Volo.
Il Passeggero non esibisce un biglietto in corso di validità.
Il Passeggero non ha corrisposto il prezzo del Biglietto nonché di eventuali imposte, spese, oneri o canoni relativi al volo.
Il Passeggero non soddisfa le condizioni legali, normative o contrattuali richieste ai fini dell’esecuzione del suo trasporto.
9.2 Divieto di volo sulla rete di destinazioni di un Vettore

Qualora le circostanze lo richiedano, il Vettore può decidere di vietare a un Passeggero, per un dato periodo o per un periodo indefinito, il trasporto sulla propria rete di destinazioni. Il Vettore notifica per iscritto al Passeggero la propria decisione.

Il Vettore ha il diritto di negare il trasporto a un Passeggero o ai suoi Bagagli, previa notifica del Vettore stesso del divieto di trasporto qualora il Passeggero abbia acquistato il proprio Biglietto durante il periodo di divieto.

Articolo 10 - Bagagli

10.1 Franchigia dei Bagagli

Il Passeggero ha il diritto di viaggiare con un dato quantitativo di Bagagli in franchigia (per numero o peso). Tale franchigia è riportata sul Biglietto o, qualora si trattasse di un Biglietto elettronico o di un Titolo di trasporto, sull’itinerario o sulla ricevuta. La franchigia varia in base al Vettore.

10.2 Bagagli in eccesso

Qualora i Bagagli registrati superino il limite di peso e di dimensioni fissato dal Vettore, il Passeggero dovrà versare un supplemento. Le informazioni relative all’importo e alle modalità di pagamento di tale supplemento sono disponibili presso il Vettore o gli Agenti autorizzati.

In ogni caso, i Bagagli non potranno eccedere un peso massimo fissato a discrezione del Vettore, principalmente per motivi di sicurezza. Presso il Vettore o gli Agenti autorizzati sono disponibili informazioni in merito.

10.3 Oggetti non autorizzati per il trasporto

È vietato il trasporto dei seguenti articoli nei Bagagli (sia Registrati che a Mano):

articoli il cui trasporto è vietato in virtù della legge applicabile nello stato di partenza, destinazione, sorvolo o transito programmato;
articoli il cui trasporto è vietato in virtù delle Condizioni generali di trasporto, delle condizioni contrattuali o della normativa del Vettore;
articoli che possono rappresentare un pericolo o mettere in pericolo l’aeromobile, le persone o i beni che si trovano a bordo dello stesso. Tra questi figurano gli articoli elencati nelle istruzioni tecniche per il trasporto aereo in sicurezza di materiali pericolosi dell’Aviazione Civile Internazionale (OACI) e nella pubblicazione dell’Associazione internazionale del trasporto aereo (IATA) denominata « Dangerous Goods Regulations » (Normativa in materia di prodotti pericolosi),
articoli che il Vettore ha ragionevoli motivi per considerare non trasportabili a causa della loro pericolosità, del rischio che rappresentano, del loro peso, del loro ingombro, della loro fragilità o della loro deperibilità, o ancora della loro forma o natura (per stabilire se un articolo è trasportabile o meno, il Vettore prende il considerazione il tipo di velivolo utilizzato).

10.4 Armi da fuoco

Il trasporto di armi da fuoco e di munizioni è soggetto alla Normativa per il trasporto di merci pericolose dell’ICAO e della IATA a cui si fa riferimento in seguito.

Il trasporto di qualsiasi arma da fuoco e munizioni oltre a quelle a uso venatorio o sportivo è, in linea di massima, vietato. Ciononostante, qualora le leggi o le normative applicabili al trasporto in questione lo consentano, il Vettore può accettare il trasporto di armi da fuoco e di munizioni oltre a quelle uso venatorio o sportivo. In tal caso, per il trasporto di armi da fuoco e munizioni diverse da quelle a uso venatorio o sportivo, il Passeggero dovrà essere autorizzato anticipatamente per iscritto e in modo esplicito dal Vettore. In tal caso, il Vettore potrà fatturare le relative spese di manutenzione connesse all’accettazione di armi da fuoco e munizioni. Inoltre, il Vettore potrà applicare a tali armi e munizioni di cui si autorizza il trasporto le spese applicabili ai Bagagli in eccesso.

In taluni casi, il trasporto di armi da fuoco e di munizioni a uso venatorio o sportivo può essere autorizzato. Per il trasporto di armi da fuoco e munizioni a uso venatorio o sportivo il Passeggero dovrà essere autorizzato anticipatamente per iscritto e in modo esplicito dal Vettore. In tal caso, il Vettore potrà fatturare le relative spese di manutenzione connesse all’accettazione di armi da fuoco e munizioni. Inoltre, il Vettore potrà applicare a tali armi e munizioni di cui si autorizza il trasporto le spese applicabili ai Bagagli in eccesso.

Tutte le armi e munizioni trasportate come Bagaglio registrato dovranno essere scariche, con la sicura inserita e dovranno essere adeguatamente condizionate e imballate.

Tutte le armi da fuoco e le munizioni devono essere trasportate come Bagagli registrati e non possono essere in alcun caso introdotte nella cabina dell’aeromobile.

Il Passeggero dovrà essere in possesso dei documenti richiesti dalle normative e dai regolamenti vigenti relativamente al trasporto interessato nonché dalle Condizioni generali di trasporto per il possesso e il trasporto di armi da fuoco e munizioni. In caso contrario, il Vettore potrà decidere di non trasportare tali armi da fuoco e munizioni. Il Vettore conserva in ogni caso il diritto discrezionale di negare il trasporto di armi da fuoco e munizioni.

10.5 Articoli pericolosi

È vietato introdurre nella cabina dell'aeromobile articoli che il Vettore classifica come pericolosi per la sicurezza e la protezione dell'aeromobile, i beni trasportati o qualsiasi soggetto a bordo dello stesso.

È vietato introdurre nella cabina dell'aeromobile armi, da fuoco o altre armi, anche antiche, giocattolo o imitazioni di tali armi.

È vietato introdurre nella cabina dell'aeromobile spade, coltelli, archi, freccia o qualsiasi altra arma o oggetto simile.

Qualora il Passeggero si presentasse all’imbarco con dei Bagagli non registrati vietati dal presente articolo 10, il Vettore si riserverà il diritto di decidere se il Passeggero potrà registrare i suoi articoli come Bagagli registrati oppure negarne il trasporto.

10.6 Articoli fragili o deperibili

I Bagagli registrati non possono contenere articoli fragili o deperibili, né articoli di valore elevato, quali in particolare argento liquido, gioielli, metalli preziosi, dispositivi elettronici personali, certificati azionari, obbligazionari e altri documenti di valore, commerciali o professionali, nonché passaporti o altri documenti d’identità.

10.7 Rifiuto di trasportare Bagagli registrati che non sono condizionati in modo adeguato e sicuro

Il Vettore può rifiutarsi di trasportare Bagagli registrati che considera non imballati correttamente in modo sicuro e nei contenitori adatti.

10.8 Perquisizioni, controlli e radiografie di Passeggeri e Bagagli

Per motivi di sicurezza e protezione, il Vettore o un Agente autorizzato possono obbligare il Passeggero ad acconsentire a essere perquisito e controllato personalmente e/o che i suoi Bagagli siano perquisiti, controllati e sottoposti a controlli radiografici.

Il Vettore o l’Agente autorizzato si adopereranno per perquisire, controllare o radiografare i Bagagli del Passeggero in sua presenza. Tuttavia, se il Passeggero non fosse disponibile, i suoi Bagagli potranno essere sottoposti a perquisizioni, controlli e/o radiografie in sua assenza.

Qualora il Passeggero rifiutasse di autorizzare il Vettore o l’Agente autorizzato a procedere con tutte le perquisizioni, i controlli e le radiografie di sicurezza e protezione necessari, il Vettore negherà il trasporto del Passeggero e dei suoi Bagagli.

Se, a seguito di perquisizione, controllo o radiografia, il Passeggero riportasse un Danno, o se una perquisizione, un controllo o una radiografia dovessero causare un Danno a suoi Bagagli, il Vettore non potrà essere ritenuto responsabile, salvo che il Danno risulti derivato direttamente ed esclusivamente dalla negligenza o da una mancanza del Vettore o dell’Agente autorizzato.

10.9 Bagagli registrati

Il Passeggero è tenuto a indicare, in modo chiaro e leggibile, il proprio nome, cognome e indirizzo su ciascuno dei Bagagli registrati. Al momento della registrazione dei suoi Bagagli, il Vettore emetterà una Ricevuta dei Bagagli per ciascun Bagaglio.

Il Vettore si riserva il diritto di decidere, per motivi di sicurezza e protezione o operativi, di trasportare i Bagagli registrati da uno stesso Passeggero su voli differenti. In tal caso, il Vettore si occuperà di consegnare al Passeggero i Bagagli trasportati su un altro Volo, salvo che la legge applicabile non preveda la presenza obbligatoria del Passeggero al momento dei controlli doganali.

10.10 Bagagli a mano

Il Vettore stabilisce a propria discrezione i limiti di peso e dimensione dei Bagagli a mano. In ogni caso, tali Bagagli dovranno poter essere inseriti sotto il sedile davanti al Passeggero o entrare in uno dei compartimenti Bagagli della cabina dell’aeromobile.

Qualora i Bagagli a mano non rispettassero le condizioni fissate al presente articolo 10.10.a o i limiti di peso e dimensione fissati dal Vettore, il Passeggero dovrà obbligatoriamente imbarcare tali Bagagli.

Qualora uno dei Bagagli eccedesse i limiti di peso e dimensione previsti per i Bagagli a mano, senza soddisfare le condizioni necessarie per il trasporto come Bagaglio registrato, il Vettore potrà autorizzare il Passeggero a trasportarle nella cabina dell’aeromobile, se soddisfa cumulativamente i seguenti criteri:

Il Passeggero informa il Vettore, prima del check-in, di auspicare che il Bagaglio viaggi nella cabina dell'aeromobile,
Il Vettore autorizza, prima del check-in, che il bagaglio viaggi nella cabina dell’aeromobile e
Il Passeggero ha versato tutte le spese supplementari applicabili per il servizio, in applicazione delle Tariffe in vigore nel giorno del check-in.

10.11 Ritiro e consegna dei Bagagli registrati trasportati in stiva

Il Passeggero deve recuperare i propri Bagagli registrati quando il Vettore li rende disponibili, sia esso alla destinazione finale oppure in uno Scalo. In caso contrario, il Vettore si riserva il diritto di fatturare al Passeggero le spese di custodia. I Bagagli registrati non reclamati entro tre (3) mesi dalla data di messa a disposizione potranno essere distrutti, senza che il Passeggero possa ricercare la responsabilità del Vettore.

Soltanto il Passeggero in possesso della Ricevuta dei Bagagli e dello Scontrino bagagli, qualora siano stati emessi, è autorizzato a reclamare un Bagaglio registrato.

Qualora il soggetto che reclama un Bagaglio registrato non fosse in grado di esibire la Ricevuta dei Bagagli, quando tale documento è stato effettivamente emesso al momento del check-in, il Vettore potrà consegnargli il Bagaglio unicamente a condizione che egli sia in grado di dimostrare la proprietà dello stesso.

10.12 Animali

Laddove ammesso, il trasporto animali è soggetto alla preventiva ed esplicita approvazione del Vettore al momento della Prenotazione.

In base alle destinazioni, il trasporto di tali animali può essere subordinato a determinate condizioni, in particolare di controllo sanitario di cui il Passeggero è tenuto a informarsi presso il Vettore e altre autorità competenti.

Qualora venisse accettato come Bagaglio, l’animale e il relativo trasportino non saranno compresi nella franchigia del Bagaglio, ma costituiranno un Bagaglio in eccesso per il quale il Passeggero dovrà provvedere al pagamento del prezzo in applicazione della Tariffa in vigore.

Qualora il Vettore autorizzasse il trasporto di animali, il trasporto sarà autorizzato fatta salva l’applicazione delle condizioni cumulative seguenti:

I cani guida che accompagnano i Passeggeri con ridotta mobilità saranno imbarcati nella cabina dell’aeromobile, se la normativa in vigore lo consente e se i dispositivi necessari sono presenti negli aeroporti coinvolti, ivi compresi i luoghi di transito.
I cani guida che accompagnano Passeggeri con ridotta mobilità saranno trasportati gratuitamente.
I cani guida che non possono essere imbarcati in cabina, così come i cani e i gatti da compagnia, saranno trasportati come Bagagli registrati o merci, in base alla normativa del Vettore in vigore alla data della Prenotazione.
Tutti gli altri animali dovranno essere trasportati come merce e sarà onere del Passeggero assicurare che siano trasportati in contenitori adatti, adeguati e sicuri. In caso contrario, il Vettore potrà decidere di non trasportarli.
Il Passeggero è tenuto a munirsi e a esibire al Vettore al momento del check-in e in qualsiasi altro momento durante il trasporto, i documenti sanitari e i certificati vaccinali, nonché tutte le autorizzazioni di ingresso sul territorio, di transito e di uscita e di tutti i documenti richiesti per gli animali. In caso di mancato possesso o mancata esibizione di tali documenti, il Vettore potrà negare il trasporto degli animali coinvolti. Inoltre, il Passeggero dovrà rimborsare al Vettore qualsiasi ammenda, costo, onere, perdita o debito sostenuto o subito dal Vettore a causa del mancato possesso o della mancata esibizione da parte del Passeggero dei suddetti documenti.
Spetta esclusivamente al Passeggero procurarsi ed esibire tutti i documenti richiesti dalle autorità dei paesi di accoglienza o di transito. Il Vettore non è responsabile dei Danni subiti dal Passeggero a causa della mancata esibizione dei documenti sanitari e dei certificati di vaccinazione richiesti dalle legislazioni e dalle normative applicabili al possesso, al trasporto e alla circolazione degli animali, nonché di qualsiasi autorizzazione di ingresso, transito e di uscita dal territorio, ivi compreso qualsiasi altro documento relativo agli animali del Passeggero richiesto.
Ad eccezione dei casi in cui il trasporto di animali è disciplinato dal regime di responsabilità di una Convenzione che dispone diversamente, il Vettore non è responsabile di eventuali perdite, malattie, lesioni o decessi degli animali trasportati, salvo che il Vettore abbia causato direttamente ed esclusivamente tale perdita, malattia, lesioni o decesso dell’animale trasportato.

Articolo 11 - Orari, ricorso in caso di ritardo e cancellazione e indennizzo per negato imbarco

11.1 Orari

Gli orari di partenza, di arrivo e le tempistiche di volo così come il terminal di partenza sono riportati negli orari pubblicati dal Vettore sul Biglietto o sull’itinerario e sulla ricevuta forniti al Passeggero a titolo indicativo e possono subire variazioni dalla data di emissione del Biglietto o dell’Itinerario e della ricevuta e quella di effettivo trasporto. Gli orari di partenza, di arrivo e le tempistiche di volo, così come il terminal di partenza possono essere modificati dal Vettore senza previa notifica.

Gli orari di partenza, di arrivo e le tempistiche di volo indicate negli orari del Vettore non fanno parte del contratto stipulato tra il Passeggero e il Vettore. Di conseguenza, il Vettore non sarà responsabile, salvo qualora la Convenzione sia applicabile, di qualsivoglia pregiudizio, diretto o indiretto, verificatosi in caso di modifica di tali orari di partenza, di arrivo e delle tempistiche di volo. Il Passeggero non sarà autorizzato a chiedere al Vettore, in nessun caso, un qualsiasi indennizzo relativo alla modifica di tali orari.

Ad eccezione di atti od omissioni con l’intento di causare Danni, il Vettore non sarà in alcun caso responsabile per gli errori o le omissioni contenute negli orari o in qualsiasi altra informazione fornita da lui, dai suoi dipendenti, agenti o subcontraenti relativamente agli orari di partenza e arrivo o ad altre informazioni relative ai voli.

Il Vettore non assicurerà alcuna responsabilità per i voli in coincidenza. Egli si impegna a fare del suo meglio per trasportare i Passeggeri e i loro Bagagli con diligenza (obbligo di mezzi).

11.2 Ricorso in caso di ritardo e cancellazione

Il Vettore può decidere, allo scopo di impedire la cancellazione o il ritardo significativo di un volo, di far trasportare il Passeggero su un volo eseguito da un altro aeromobile e/o da un’altra compagnia aerea.

Il Vettore si impegna a rispettare le Convenzioni, le disposizioni legislative e regolamentari obbligatorie applicabili al trasporto del Passeggero in materia di responsabilità derivata da ritardi, cancellazioni e negato imbarco non giustificato da una delle situazioni menzionate nelle Condizioni generali di trasporto. Il Vettore non sarà soggetto ad altra responsabilità contrattuale, da illecito o di altra natura, oltre a quella prevista dalle Convenzioni, dalle disposizioni legislative e regolamentari obbligatorie applicabili al trasporto del Passeggero.

In particolare, in caso di cancellazione di un volo, o di ritardo di un volo di almeno cinque ore, o se il Vettore non effettua uno degli Scali previsti, o non servisse la destinazione finale del Passeggero, o se il Passeggero non potesse, a causa diretta ed esclusiva del Vettore, effettuare un Volo in coincidenza per il quale è in possesso di una Prenotazione confermata, il Passeggero potrà scegliere uno dei ricorsi seguenti:
• Il Vettore si impegna a trasportare il Passeggero alla destinazione indicata sul suo Biglietto, su un altro dei suoi servizi programmati che dispone di un posto libero nella classe corrispondente a quella per la quale egli ha corrisposto il prezzo e alla data più vicina o a un’altra data di sua scelta. In tal caso, il Vettore non fatturerà alcun supplemento e, se necessario, prolungherà il periodo di validità del suo Biglietto.
• Il Vettore si impegna a rimborsare o a far rimborsare il prezzo del Biglietto aereo.

Articolo 12 - Rimborso di prezzo, sovrapprezzi, imposte, spese e oneri

12.1 Disposizioni generali

Il rimborso del Biglietto potrà essere eseguito esclusivamente se previsto esplicitamente dalle Condizioni generali di trasporto o dalla normativa obbligatoria applicabile.

Il rimborso dei Biglietti è effettuato esclusivamente dal Vettore che ha rilasciato il Biglietto, a seguito di un accordo con lo stesso, e non può essere effettuato che qualora il Biglietto sia stato rilasciato dal Vettore o dall’Agente autorizzato e qualora il rimborso sia stato autorizzato dal Vettore stesso.

Salvo indicazione contraria del Vettore, egli non erogherà né farà erogare rimborsi a soggetti diversi dalla persona che ha effettivamente effettuato il pagamento del Biglietto, a condizione che questa persona fornisca sufficienti prove della propria identità.

Se il Passeggero non ha utilizzato nessuna parte del proprio Biglietto, il rimborso sarà pari al prezzo nonché a eventuali sovrapprezzi, imposte, spese e oneri da lui corrisposti, al netto, se del caso, delle spese di cancellazione e gestione.

Se il Passeggero non ha utilizzato il proprio Biglietto, in modo totale o parziale, il rimborso sarà almeno pari alla differenza tra il prezzo e i vari sovrapprezzi, imposte, spese e oneri corrisposti dal Passeggero e il prezzo e i vari sovrapprezzi, imposte, spese e oneri corrispondenti al viaggio tra i punti per i quali il Passeggero ha utilizzato il Biglietto, al netto, se del caso, delle spese di cancellazione e di gestione.

12.2 Rimborso di un Biglietto smarrito

In caso di smarrimento di un Biglietto o di una sua parte, il Vettore può acconsentire al rimborso del prezzo del Biglietto qualora il Passeggero fornisca prova sufficiente di tale smarrimento e si faccia carico delle spese di cancellazione e di gestione. Il rimborso del Biglietto smarrito, o di una sua parte, può essere effettuato unicamente qualora il Biglietto non sia stato utilizzato e non sia già stato rimborsato o sostituito.

Se il Vettore o l’Agente autorizzato smarriscono il Biglietto di un Passeggero, o una sua parte, il Vettore si impegna a sostituirlo o farlo sostituire. Ciononostante, il Vettore non sarà responsabile delle conseguenze dirette o indirette della perdita del Biglietto o della parte del Biglietto interessato, perciò il Passeggero non sarà in diritto di richiedere al Vettore un qualsiasi indennizzo a tal proposito.

12.3 Mancato rimborso del prezzo

Salvo qualora la legge, la normativa o la Convenzione applicabile al trasporto del Passeggero o alla vendita del Biglietto interessato disponga diversamente, la facoltà di accordare il rimborso totale o parziale del Biglietto è a discrezionalità del Vettore.

Il Vettore si riserva in particolare il diritto di negare il rimborso totale o parziale del Biglietto qualora la richiesta di rimborso gli venga trasmessa dopo il termine del Periodo di validità del Biglietto.

Il Vettore si riserva in particolare il diritto di negare il rimborso totale o parziale del Biglietto qualora, in seguito al suo arrivo in un paese, il Passeggero abbia presentato il proprio Biglietto al Vettore o a dei funzionari o agenti pubblici, come prova della sua intenzione di lasciare tale paese, salvo che il Passeggero non sia in grado di dimostrare di essere stato autorizzato a soggiornare nel paese in questione o che lascerà il paese su un altre compagnie aerea o con altro mezzo di trasporto.

Articolo 13 - Comportamento a bordo dell’aeromobile

13.1 Comportamento pericoloso

Se il Vettore ha validi motivi di ritenere che il Passeggero metta, o sia in grado di mettere, in pericolo per qualsivoglia ragione la sicurezza e la protezione del Volo, dell’aeromobile o di qualsiasi soggetto a bordo, ivi compreso l'equipaggio, il Vettore potrà adottare qualsiasi misura di sicurezza e protezione necessaria, anche coercitiva.

All’atterraggio dell’aeromobile, il Vettore si riserva il diritto di obbligare il Passeggero che avrà messo in pericolo, per qualsiasi ragione, la sicurezza, la protezione del Volo, dell’aeromobile o di qualsiasi soggetto a bordo, ivi compreso l'equipaggio, a lasciare l’aeromobile e a negargli il trasporto sulle tratte rimanenti del suo Viaggio riportate sul Biglietto.

Il Vettore si riserva inoltre il diritto di segnalare l’incidente verificatori a bordo alle autorità competenti, di modo che intraprendano azioni legali a suo carico per le infrazioni penali di cui il Passeggero potrebbe essere autore.

In particolare nei casi in cui il Passeggero abbia:

danneggiato deliberatamente l’equipaggio nell’esercizio delle sue funzioni;
omesso di conformarsi alle indicazioni relative a sicurezza e protezione fornite dall’equipaggio;
omesso di conformarsi alle indicazioni « allacciare le cinture di sicurezza » o « divieto di fumare »;
commesso un’infrazione penale;
permesso che il proprio stato fisico o mentale venisse alterato dal consumo di bevande alcoliche, farmaci o droghe;
omesso di conformarsi alle indicazioni dell’equipaggio relative al consumo di bevande alcoliche, farmaci o droghe;
provocato un falso allarme bomba o qualsiasi altra minaccia alla sicurezza;
minacciato, maltrattato o insultato l’equipaggio o altri Passeggeri:
assunto un comportamento minaccioso, volgare, ingiurioso o turbolento nei confronti dell’equipaggio o di altri Passeggeri.

13.2 Costi di deviazione derivati da comportamento inaccettabile

Il Passeggero è responsabile di qualsiasi Danno diretto e indiretto causato dal suo comportamento. In particolare se, in conseguenza del comportamento del Passeggero, il Vettore devia l’aeromobile verso una destinazione imprevista, il Passeggero dovrà sostenere tutti i costi generati da tale deviazione. Il Vettore si riserva il diritto di perseguire legalmente il Passeggero per qualsiasi inadempienza verificatasi a bordo dell’aeromobile.

13.3 Utilizzo di dispositivi elettronici a bordo dell’aeromobile

Per motivi di sicurezza, il Vettore può decidere di non autorizzare i Passeggeri all’utilizzo dei dispositivi elettronici a bordo dell’aeromobile, in particolare i seguenti (elenco non esaustivo):

• telefoni cellulari;
• computer portatili;
• tablet e lettori di e-book;
• registratori personali;
• radio personali;
• lettori MP3, cassette e CD;
• giochi elettronici o;
• dispositivi di trasmissione (ad esempio giochi radiocomandati o walkietalkie).

Articolo 14 - Servizi erogati da altre società

Se il Vettore accetta, nell’ambito del contratto di trasporto, di fornire al Passeggero altri servizi accessori erogati da terzi, non sarà responsabile per tali servizi. La prestazione di tali servizi, per i quali il Vettore avrà, se del caso, consegnato un Biglietto o un altro titolo, è gestita dalle condizioni generali delle società che forniscono tali servizi.

Articolo 15 - Documenti di viaggio, condizioni di ingresso, ispezioni doganali e controlli di sicurezza

15.1 Disposizioni generali

(a) Responsabilità e obblighi del Passeggero:

Il Passeggero deve informarsi sulle condizioni di ingresso nel territorio applicabili a tutti i paesi in cui si sta recando e in modo generale sull’insieme delle leggi, normative e atti di tutti i paesi che lascia, in cui entra o che attraversa con l’aereo o nel quale si trova in qualità di Passeggero in Transito e si impegna a conformarvisi.

Il Passeggero deve presentare al Vettore, prima del proprio viaggio, al momento del check-in e dell'imbarco e, in ogni caso, in qualsiasi momento, eventuali passaporti, visti, certificazioni sanitarie e altri documenti di viaggio validi e in vigore richiesti per il suo viaggio. Qualora la legge o la normativa applicabile lo richiedano, il Passeggero dovrà assistere all’ispezione dei propri Bagagli da parte degli agenti doganali o di altri agenti.

(b) Il Vettore non è in nessun caso responsabile se il Passeggero:

non è in possesso di passaporti, visti, certificati di buona salute o altri documenti di viaggio richiesti;
è in possesso di passaporti, visti, certificati di buona salute o altri documenti non validi o scaduti; o
non si è conformato alla legge, normativa o atti applicabili;
era assente al momento dell’ispezione doganale dei suoi Bagagli e viene da lui subito un Danno durante tale ispezione.
(c) Il Vettore si riserva il diritto di richiedere al Passeggero l’autorizzazione ad effettuare copie e a conservare o fare conservare originali e copie dei passaporti, visti, certificati di buona salute o altri documenti di viaggio in sicurezza fino al termine del Volo.

15.2 Negato accesso a un territorio

Il Vettore non è responsabile per eventuali accessi negati e per le conseguenze dirette e indirette derivate da un accesso negato al Passeggero da parte delle autorità e dei governi di tali paesi all’ingresso sul territorio di un paese. Di conseguenza, in caso di accesso negato sul territorio di un paese, il Passeggero dovrà corrispondere:

eventuali ammende, penali o oneri imposti al Vettore dal governo competente in virtù di tale rifiuto;
eventuali spese di detenzione che verranno fatturare al Vettore;
il prezzo del trasporto di ritorno del Passeggero fino al suo luogo di partenza;
eventuali altri costi che il Vettore paghi o dovrà pagare o concordi di pagare con le autorità e/o i governi di tale paese. Il Vettore non è, in nessun caso, tenuto a rimborsare al Passeggero, il cui ingresso sul territorio del paese di destinazione è stato rifiutato, il Biglietto di trasporto verso il luogo o l’ingresso a lui negato.


15.3 Rimborso di ammende, spese di detenzione e altri oneri

In caso di mancato rispetto da parte del Passeggero delle leggi o dei regolamenti, o di altri obblighi applicabili in materia di viaggio, ingresso in paesi verso cui il Passeggero ha viaggiato, o ancora in caso di mancata esibizione dei documenti necessari richiesti da tali paesi, il Passeggero è tenuto a sostenere eventuali ammende, sanzioni, spese, oneri o qualsiasi costo (quali, ad esempio, le spese di detenzione) corrisposte dal Vettore a causa di tali leggi, regolamenti o obblighi.

Il Vettore si riserva il diritto di dedurre dal valore di qualsiasi parte non utilizzata del Biglietto, o dell’intero importo spettante al Passeggero e di cui è in possesso, il totale degli importi da lui corrisposti a causa del Passeggero.

15.4 Ispezioni doganali, della polizia o di altra autorità pubblica

Qualora le leggi, le normative o gli atti lo prevedano, il Passeggero dovrà essere presente in occasione dell’ispezione dei propri Bagagli da parte dei servizi doganali o di altri funzionari o agenti pubblici competenti. Il Vettore non è responsabile dei Danni diretti o indiretti subiti dal Passeggero e/o dai suoi Bagagli durante un’ispezione o a causa della sua assenza al momento di tale ispezione.

15.5 Controllo di sicurezza

Il Passeggero autorizza i funzionari o gli agenti pubblici, gli agenti delle autorità aeroportuali o il Vettore e i suoi Agenti autorizzati ad eseguire dei controlli di sicurezza sulla sua persona o sui suoi Bagagli e si impegna a non opporvisi.

Articolo 16 - Vettori successivi

Qualora più vettori partecipino all’erogazione del servizio di trasporto in virtù della presenza di un Biglietto, o a titolo di un Biglietto complementare, tale trasporto sarà considerato come un operazione unica per l'applicazione delle Convenzioni.

Articolo 17 - Responsabilità di DreamJet verso il Passeggero e i suoi Bagagli

DreamJet applica la normativa europea (CE) n°261/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio dell’11 febbraio 2004, fissando delle norme comuni in materia di indennizzo e assistenza dei passeggeri in caso di negato imbarco e di cancellazione o ritardo significativo di un volo, di spostamento in classi superiori o inferiori e abrogando la normativa CEE n°295/91 o qualsiasi altra normativa che la completi o sostituisca. Nel caso in cui la partenza avvenga da aeroporti di paese esterni all’Unione Europea, il Vettore adotta la normativa applicale sul territorio in questione. Le informazioni relative ai diritti dei passeggeri in caso di ritardo, cancellazione o negato imbarco, nello specifico, possono essere consultate sul sito internet dell’Unione Europea al seguente link:
https://europa.eu/youreurope/citizens/travel/passenger-rights/air/index_it.htm

17.1 Campo d’applicazione

Le Condizioni generali di trasporto regolano la responsabilità di DreamJet qualora agisca come Vettore.

Le condizioni di trasporto dei partner di Condivisione dei codici di DreamJet regolano la responsabilità di tali vettori. Le condizioni generali di trasporto di ogni altro vettore coinvolto nel viaggio regolano la responsabilità di ciascuno di questi vettori. Tali condizioni generali di trasporto possono prevedere delle condizioni e dei limiti di responsabilità più restrittivi rispetto a quelli previsti dalle Condizioni generali di trasporto. Se il vettore aereo che si occupa effettivamente dell’esecuzione del volo non coincide con il vettore con cui è stato concluso il contratto di trasporto, il Passeggero ha il diritto di inoltrare una lamentela o un reclamo a uno dei due vettori.

17.2 Disposizioni generali

Se la responsabilità di DreamJet è coinvolta, lo è limitatamente alle condizioni previste dal presente articolo. In caso di incompatibilità tra la Convenzione o altre leggi in vigore e il presente articolo 17, la Convenzione e le altre leggi applicabili prevarranno se la loro applicazione è di ordine pubblico.

La responsabilità di DreamJet non sarà coinvolta fintanto che DreamJet o i suoi agenti:

si sono conformati alle leggi, normative e norme pubbliche in vigore; o
il Passeggero non ha rispettato le leggi, le normative e le norme pubbliche in vigore.
Salvo disposizione contraria delle Condizioni generali di Trasporto, la responsabilità di DreamJet è limitata agli Indennizzi compensativi che spettano al Passeggero a titolo di risarcimento di un danno subito o di costi documentati, ai sensi della Convenzione o delle leggi applicabili.

Il contratto di trasporto stipulato tra DreamJet e il Passeggero (ivi comprese le Condizioni generali di trasporto) si applica agli Agenti di DreamJet, ai suoi preposti, impiegati e rappresentanti allo stesso modo in cui si applica a DreamJet. Di conseguenza, l’importo totale che il Passeggero sarà, se del caso, in diritto di riscuotere presso DreamJet, nonché dei suoi agenti, preposti, impiegati e rappresentanti non supererà l’importo totale della responsabilità di DreamJet.

Nessuna disposizione delle Condizioni generali di trasporto costituisce una rinuncia all’esclusione o alla limitazione di responsabilità a cui DreamJet ha diritto in virtù della Convenzione o di qualsiasi altra legge applicabile.

Nessuna disposizione delle Condizioni generali di trasporto impedisce a DreamJet di escludere o limitare la propria responsabilità in virtù della Convenzione o di qualsiasi altra legge applicabile, né costituisce una rinuncia a un qualsiasi strumento di difesa di cui dispone in virtù della Convenzione o di tutte le leggi applicabili, nei confronti di un qualsiasi organismo di assicurazione sociale o di qualsiasi soggetto tenuto a versare, o avente versato, un indennizzo in caso di decesso di un Passeggero, o di lesione o di Danno fisico da lui subito.

17.3 Indennizzo in caso di decesso di un Passeggero, di lesione o di qualsivoglia pregiudizio fisico subito da un Passeggero

DreamJet è responsabile dei Danni verificatisi in caso di decesso o di lesione subiti da un Passeggero, qualora l’incidente che ha causato il Danno si fosse generato a bordo di un aeromobile da lui controllato o durante tutte le operazioni di imbarco e di sbarco di tale aeromobile e a eccezione di casi di esonero delle responsabilità.

La responsabilità di DreamJet in caso di decesso, lesione o qualsiasi altro danno finisco subito da un Passeggero in seguito a un incidente, non sarà soggetta a limiti finanziari. L’importo del Danno risarcibile coprirà esclusivamente il valore del Danno effettivamente subito, così come stabilito tramite accordo amichevole, da un perito o dai tribunali competenti.

DreamJet risarcirà il Passeggero per gli importi non ricevuti da quest’ultimo, a titolo di previdenza sociale o di copertura assicurativa a cui egli affiliato, e limitatamente ai Danni compensativi.

Qualora il Danno sia stato causato, in tutto o in parte, da negligenza, o da qualsiasi altro atto od omissione colposa del Passeggero ferito o deceduto, o del soggetto che richiede un indennizzo, DreamJet potrà essere esonerata, in tutto o in parte, dalla propria responsabilità, ai sensi della legge applicabile.

Analogamente, DreamJet potrà essere esonerata, in tutto o in parte, dalla propria responsabilità, qualora il decesso, l’invalidità, la malattia o le lesioni fisiche verificatisi risultassero essere causa di uno stato di salute, fisica o mentale, del Passeggero antecedente al suo imbarco a bordo del volo, nonché dell’aggravamento degli stessi.

Qualora i Danni fisici riportati superassero i 113.100 DSP per Passeggero, verranno ridotti di conseguenza se il Danno non sarà dovuto a negligenza, né ad altri atti colposi, né a omissioni imputabili a DreamJet, o a un suo agente, mandatario o preposto o se il Danno risultasse essere unicamente dovuto alla negligenza, a un altro atto colposo o a un’omissione di un soggetto terzo.

In caso di morte o di lesione fisica dovuta a un incidente aereo, ai sensi della Convenzione, delle leggi o della normativa vigente, il soggetto identificato come Soggetto avente diritto a risarcimento potrà beneficiare di un anticipo per far fronte ai bisogni immediati, proporzionale al danno materiale subito. Tale anticipo non potrà essere inferiore all’equivalente in EURO di 16.000 DSP per ciascun Passeggero in caso di decesso. Fatto salvo il diritto in vigore, tale anticipo sarà corrisposto entro quindici (15) Giorni dall’identificazione dell'avente diritto e sarà detraibile dall’importo definitivo degli indennizzi dovuti al Passeggero deceduto.

Il versamento degli anticipi e i pagamenti anticipati non costituiscono un’ammissione di responsabilità di DreamJet e tali somme potranno essere detratte dagli importi successivamente versati da DreamJet a titolo di risarcimento, sulla base della responsabilità di quest’ultimo.

17.4 Risarcimento a titolo dei Danni causati ai Passeggeri da un ritardo

Soltanto il Danno diretto, comprovato e risultante direttamente e/o esclusivamente da un ritardo è riparabile, ad esclusione di tutti i Danni indiretti, che non riguardano esclusivamente il fatto stesso o qualsiasi forma di Danno compensativo di un pregiudizio effettivamente subito. Il Passeggero dovrà stabilire la sussistenza del Danno derivante direttamente ed esclusivamente dal ritardo.

La responsabilità di DreamJet in caso di Danno causato da un ritardo a un Passeggero è limitata a 4.694 DSP.

DreamJet non sarà responsabile dei Danni causati al Passeggero per l’eventuale ritardo, qualora DreamJet o i suoi agenti abbiano adottato tutte le misure ragionevoli per evitare il Danno, o fosse impossibile per DreamJet o i suoi agenti adottare tali misure.

17.5 Risarcimento in caso di Danno causato a dei Bagagli o risultante da un ritardo dei Bagagli

Se DreamJet consegna un Biglietto ai fini del trasporto da parte di un altro Vettore (non con il codice di designazione della compagnia aerea CE) o registra un Bagaglio destinato al trasporto da parte di un altro vettore (non con il codice di designazione della compagnia aerea CE), DreamJet agisce esclusivamente come agente di tale vettore, che sarà perciò l’unico responsabile di qualsiasi Danno. Tuttavia, per quanto riguarda i Bagagli registrati, il Passeggero gode del diritto di ricorso contro il primo o l’ultimo Vettore che interviene nel suo viaggio.

DreamJet non è responsabile, in un modo o nell’altro, dei Danni ad articoli che il Passeggero ha riposto nel proprio Bagaglio registrato in violazione dei divieti previsti a tal proposito dalle Condizioni generali di trasporto, o nel caso di armi da fuoco autorizzate, qualora il Passeggero non si sia conformato alle leggi e alle normative applicabili e alle Condizioni generali di trasporto.

DreamJet non è in alcun caso responsabile di qualsiasi Danno causato ai Bagagli a mano o ad articoli riposti dal Passeggero nel suo Bagaglio a mano.

La responsabilità di DreamJet non potrà superare l’importo dei Danni diretti e/o esclusivi comprovati e DreamJet non sarà in alcun modo responsabile dei Danni indiretti, che non riguardano esclusivamente il fatto stesso o qualsiasi forma di Danno compensativo di un pregiudizio effettivamente subito.

La responsabilità di DreamJet in caso di Danno causato a dei Bagagli, ivi compreso qualsiasi Danno causato da un ritardo, è limitata a 1.131 DSP, salvo qualora il Passeggero dimostri che il Danno deriva direttamente ed esclusivamente da un atto o da una omissione imputabile a DreamJet o ai suoi agenti:

commesso con l’intenzione di infliggere un Danno, o
con imprudenza, e sapendo che ne risulterebbe probabilmente un Danno, nella misura in cui il Passeggero fornisce la prova del fatto che i dipendenti o gli agenti di DreamJet responsabili dell’atto o dell’omissione agivano nel quadro delle proprie funzioni.
Qualora il Passeggero compili validamente una dichiarazione speciale, che attesta un valore maggiore, e si faccia carico delle spese applicabili, la responsabilità di DreamJet sarà limitata al valore più elevato dichiarato.

Salvo disposizione contraria imperativa, DreamJet non è responsabile per il Danno causato a un Bagaglio in conseguenza a un ritardo.

DreamJet non è responsabile dei Danni causati dai Bagagli del Passeggero. Il Passeggero è l’unico responsabile de qualsiasi Danno causato dai suoi Bagagli ad altri soggetti o a dei beni, ivi compresi quelli di DreamJet e dei suoi agenti.

Articolo 18 - Reclami relativi ai Bagagli

La ricezione di un Bagaglio, da parte del Passeggero o di un soggetto in possesso di uno Scontrino bagagli o di una Ricevuta dei Bagagli, di un Bagaglio registrato, in assenza di un suo reclamo presentato entro i termini prescritti, costituisce una prova sufficiente del fatto che tale Bagaglio gli è stato consegnato in buono stato e in conformità alle Condizioni generali di trasporto.

In caso di Danni a Bagagli registrati, il Passeggero è tenuto a inviare al Vettore un reclamo scritto a partire dal momento della scoperta, da parte sua, del Danno ed entro un termine di sette (7) Giorni a partire dalla data in cui il Passeggero riceve il Bagaglio registrato interessato.

In caso di ritardo nel trasporto dei Bagagli registrati, il Passeggero dovrà inviare al Vettore un reclamo scritto entro un termine di ventun (21) Giorni dalla data in cui l’ultimo Bagaglio registrato è stato messo a sua disposizione.

Articolo 19 - Termini di ricorso

Il diritto di risarcimento del Passeggero o dei suoi aventi diritto decade qualora non venga avviata alcuna azione entro un termine di due (2) anni a partire da:

• la data di arrivo nel luogo di destinazione;
• la data in cui l’aeromobile avrebbe dovuto arrivare; o
• la data in cui il trasporto è terminato.
• Il metodo di calcolo del termine di prescrizione sarà stabilito dalla legislazione dell’autorità giudiziaria competente a pronunciarsi sul ricorso.

Articolo 20 - Notifica e termini

Per quanto riguarda l’invio di notifiche, il Vettore non considererà il giorno di invio di tale notifica. Al fine di determinare la validità di un Biglietto, il Vettore non considererà il giorno in cui è stato emesso, né quello in cui il volo è iniziato.

Articolo 21 - Risoluzione del contratto

Qualora il Passeggero non rispetti le disposizioni contenute nel contratto di trasporto, le Condizioni generali di trasporto, i regolamenti del Vettore e le leggi e le normative applicabili, il contratto di trasporto sarà risolto di diritto senza preavviso o previa notifica formale, e gli importi già raccolti sul prezzo del Biglietto saranno conservati definitivamente dal Vettore.

Articolo 22 - Legge applicabile e Tribunale competente

Salvo diversa disposizione di ordine pubblico: (i) le Condizioni generali di trasporto sono soggette alla legge francese, ad eccezione di qualsiasi Convenzione o norma relativa ai conflitti di legge; (ii) qualsiasi controversia relativa alle Condizioni generali di trasporto e alle attività da loro disciplinate sarà sottoposta al Tribunale competente di Parigi (Francia).

In applicazione dell’articolo R322-2 del codice dell’aviazione civile francese, qualsiasi causa per responsabilità contro il vettore a causa della prestazione di trasporto sarà sottoposta, a scelta del richiedente, o al tribunale del domicilio del vettore, della sede principale del vettore o del luogo in cui possiede uno stabilimento che ha provveduto a concludere il contratto, o al tribunale del luogo di destinazione.

In caso di controversia tra il professionista e il consumatore, i soggetti si impegneranno a trovare una soluzione amichevole.

In assenza di un accordo amichevole, il consumatore potrà rivolgersi gratuitamente al mediatore del consumo di cui fa parte il professionista, ovvero l’Associazione dei mediatori europei (AME CONSO), entro il termine di un anno dalla data del ricorso scritto indirizzato al professionista stessa.

La consultazione del mediatore dei consumatori dovrà effettuarsi:

- riempiendo il questionario previsto a tale scopo sul sito internet di AME CONSO: www.mediationconso-ame.com ; o

- tramite lettera indirizzata ad AME CONSO, 11 Place Dauphine – 75001 PARIGI.